martedì 19 aprile 2011

Da piscialetto a soffione



Questa è la magica trasformazione del tarassaco: pianta erbacea perenne ampiamente diffusa. I suoi fiori, da vistosi bottoni gialli 
nei prati (ne ho già scritto in un recente post) diventano soffioni
le "palle di lana" su cui da bambine soffiavamo per disperderne 
i semi al vento.

Che gioia! Che bei ricordi!


I semi del tarassaco sono (per natura) trasportati dal vento anche 
a molti chilometri di distanza dalla pianta madre e per questo scopo ogni seme è attaccato ad un gambo con dei filetti lanuginosi bianchi che hanno il ruolo di paracadute.


In questi giorni, quel gioco da bambini è ancora possibile.

Perchè non rifarlo?

1 commento:

  1. Make a wish before your blow on the dandelion, Annalisa :D

    RispondiElimina